Ray Ban Wayfarer 2

I come from a city in Southern California that is equally white and hispanic. It seems ridiculous to me that if kids at school formed a club, it would unanimously be considered racist, while groups based solely on race are allowed to exist, thrive, and are celebrated, if they are of Hispanic descent. This confuses other children at school.

La Kahlo amava truccare le labbra di un rosso acceso e usare un blush intenso effetto bonne mine. Quando sorrideva sembrava sicura di sé, ma si intuisce una certa vulnerabilità, afferma Chin, che aveva tappezzato la sua moodboard di immagini dei dipinti della Kahlo e di foto di famiglia. Ho cercato di riprodurre la stessa intensità che vedevo nello sguardo di Frida creando luci e ombre.

Un disoccupato (Vincenzo Musolino) diventa via via autista, venditore di bibite, sacrestano, attacchino, donatore di sangue, e finisce con lo sposare una ragazza poverissima e allegra come lui, Carmela (Maria Fiore). Le sequenze più notevoli sono: l’attesa dei disoccupati sulla piazza; il vecchio autobus, unico mezzo di comunicazione della zona, il cinemino di Napoli; il sangue venduto in cambio d’un modesto compenso; il fuoco di artificio che scoppia per un incidente; il giovane che toglie i vestiti alla fidanzata in mezzo alla piazza gridando: “Voglio solo te, nuda come t’ha fatta tua madre”.Un nostro produttore intelligente, che mai sfornò film qualsiasi, dopo avere anni or sono esordito con una non facile riduzione del pirandelliano Il fu Mattia Pascal, si è in questi ultimi tempi alleato a un nostro regista non meno intelligente, il Castellani. Dal loro binomio sono nati Sotto il sole di Roma ed primavera, due film che hanno dovunque avuto un vivo successo, con buona pace di quanti ancora si ostinano a non credere nelle fortune che il nostro cinema ha in ogni Paese.

Pertanto potrebbe essere Phantom Thread di Paul Thomas Anderson, l’ultima avventura di Daniel Day Lewis davanti alla macchina da presa, nelle sale il prossimo Natale 2017. Cosa può aver spinto il talento più camaleontico di Hollywood a salutare per sempre la recitazione, a cui ha dedicato anima e corpo ogni volta che gli è stato affidato un personaggio?Non è mai stato particolarmente prolifico, ma quando è tornato sulla scena dopo aver studiato il proprio ruolo in ogni dettaglio, l’attore londinese ha lasciato sempre un segno indelebile nella storia del cinema. “Penso che alcuni attori prosperano a lavorare ad un ritmo molto più alto del mio” ha affermato in un’intervista qualche tempo fa.

Be the first to comment

Leave a Reply