Ray Ban Modelli Occhiali

Philippe Starck ha avuto un ruolo fondamentale nell’evoluzione di Emeco, “è stato il primo a portare la Navy Chair, che fino ad allora era un prodotto industriale, nel mondo del design”, racconta Buchbinder. Nel 1990 la utilizza nella riprogettazione del Paramount Hotel, destinazione radical chic nel cuore della newyorkese Times Square, e nel 2000 disegna una sedia per l’Hudson Hotel, la prima vera collaborazione di Emeco con un designer. Dopo Starck, Emeco ha prodotto sedie di alcuni tra i più importanti architetti e designer del nostro tempo come Frank Gehry, Norman Foster, Ettore Sottsass, Jean Nouvel e Konstantin Grcic..

L’oggetto, nato dalla lavorazione a quattro mani dello stilista e sotto la direzione creativa di Frida Giannini, in realtà, è stato creato per soddisfare il capriccio di una non precisata celebrità americana. Non si tratta di una semplice cinta per stringere pantaloni troppo larghi, ma è un vero e proprio accessorio che impreziosisce anche look semplici come chemisier e minidress over. Le pietre preziose a taglio rotondo brillante, incastonate a mano una per una sul logo Gucci, rendono l’oggetto davvero lussuoso e sicuramente non alla portata di tutti..

Mai mostrare la propria assoluta nudità all’oggetto del nostro amore, pena la fuga a gambe levate. Perdersi nell’amore sarà il migliore modo per Hitch di ritrovarsi e di forzare il protocollo professionale. Ancora una volta per Tennant è Tutta colpa dell’amore se precipitiamo ma è grazie all’amore se voliamo come il massiccio e maldestro Albert di Kevin James, già star della CBS, che punta e centra il cuore di Allegra Cole, un’inarrivabile e spigolosa lady bionda.

Fra Golden Globe e Nastri d’Argento la sua carriera poteva continuare con La maschera di Zorro (1998) e American Beauty (1997), ma lui si limita a produrre il primo film e a offrire la sceneggiatura del secondo a Sam Mendes. Per opera della Regina d’Inghilterra Elisabetta II, diventa Cavaliere dell’Ordine dell’Impero Britannico per onore e per il grande contributo dato anche all’industria del cinema inglese, poi si improvvisa ancora attore in piccoli ruoli in Vanilla Sky (2001) con Tom Cruise e Cameron Diaz e Austin Powers Goldmember (2002) con Michael Caine. Intelligenza Artificiale (2001) con William Hurt liberamente tratto da un racconto breve di Brian Aldiss e più leggere come Prova a prendermi (2001) con Leonardo DiCaprio, Christopher Walken e Tom Hanks, che poi rivorrà anche in The Terminal (2004), altalenandolo a Tom Cruise, che dirige in Minority Report (2002, con Max von Sydow) e La guerra dei mondi (2005, con Tim Robbins).Plurivincitore di Emmy Award per le miniserie Band of Brothers (2001) e Taken (2002), pensa di portare sul grande schermo Memorie di una geisha (2005), ma poi ritratta per Munich (2005), producendo la pellicola di Eastwood Lettere da Iwo Jima (2006).Da sempre appassionato di storie per ragazzi, nel 2011 firma la trasposizione cinematografica del noto fumetto di Hergè: Le avventure di Tintin Il segreto dell’Unicorno.

Be the first to comment

Leave a Reply