Ray Ban Clubmaster Rotondi

Ha vinto il Premio Cortina Press e il Premio News Cup destinato ai personaggi che si sono distinti per capacità di comunicazione, scrittura e arte e pubblicato un libro sullo stadio Giuseppe Meazza, un progetto dell’Assessorato allo Sport e al Tempo Libero del Comune di Milano, per il quale ha ideato la Prima Notte dello Sport, allestendo un ring in corso Como, con atleti e appassionati. Ha tenuto al Polimoda di Firenze alcune lezioni di trendsetting. Modera presentazioni di libri ed eventi, partecipa a programmi tv come opinionista, realizza, come giornalista in video, servizi e interviste.

Nel 2009 torna a coccolare e divertire il pubblico con l’immaginifica pellicola d’animazione A Christmas Carol tratta dal celebre romanzo di Charles Dickens e interpretata da un Jim Carrey sempre più a suo agio dietro le maschere natalizie. Torna nel 2012 con un thriller con Denzel Washington protagonista, Flight, in cui torna a riflettere sul tempo e sulla società americana post 11 settembre, senza assolvere nessuno ma offrendo uno scenario di speranza.I suoi personaggi sono sempre tutti simpatici, anche i più cattivi (come il cartone animato killer che si scioglie nella “salamoia” nel finale di Chi ha incastrato Roger Rabbit), l’ironia regna sovrana in vivaci sequenze di situazioni dal ritmo frenetico, gags, colpi di scena e, anche quando l’atmosfera si fa più drammatica, Zemeckis non insiste e sceglie di rinunciare a emozioni e romanticismo per mostrare allo spettatore altre morali, supportate da una tecnica cinematografica imponente. Quanti di noi sono stati a Cartoonia con l’investigatore Eddie e il coniglio attore Roger? Quanti di noi hanno provato nostalgia vedendo Betty Boop che vendeva sigarette in un noir degli Anni Quaranta? Ambizioso, originale, si muove fra inquadrature bellissime e sfiora ogni parete del cuore, fra allegorie americane tragiche o spassose e critiche radicali a una società cinica, incapace di sperare, lodando invece la bontà, la generosità, l’energia fattiva, la fedeltà leale alle promesse, l’idealismo in quel sottile filo che collega ancora futuro, presente, passato.

Il primo è la commedia rosa (nell’improprio uso del termine) Speriamo che sia femmina (1986) con Catherine Deneuve, Stefania Sandrelli e Philippe Noiret, all’interno del quale ha il ruolo dello spocchioso e pignolo fidanzato linguista di Giuliana De Sio. Il secondo è I picari (1987) con Vittorio Gassman, mentre l’ultimo è il più originale Cari fottutissimi amici (1994). Molto apprezzato anche da Daniele Luchetti, reciterà in due dei suoi film, fra i quali ricordiamo Domani accadrà (1988) con Ciccio Ingrassia, nel quale aveva la parte di Lupo.”Mai dire gol” e Carcarlo PravettoniDopo la conduzione del programma “Banane” (1990) su Telemontecarlo, incontra il suo successo più grande nel piccolo schermo quando la Gialappa’s Band lo ingaggia come comico per la trasmissione “Mai dire gol” (1996).

Be the first to comment

Leave a Reply