Ray Ban Cats

Pub Date: 2014 01 01 Pages: 192 Language: Chinese Publisher: tourism education press Any lift is the embodiment of wisdom and humor. His body embodies the working people of meteorite and aizeng clear feelings: treat the king. Ministers. Questo secondo film tratto dal personaggio dei fumetti Marvel creato da Gary Friedrich, Michael Ploog e Roy Thomas, non è un sequel, come testimonia l’assenza del numero 2 nel titolo, ma una rifondazione. Cinque anni dopo la deludente versione di Mark Steven Johnson, la Sony/Columbia riprova a portare sullo schermo uno dei più noti eroi anticonvenzionali dell’universo Marvel (assieme al Punitore, anch’esso più volte portato sullo schermo senza grande successo) e per questa ripartenza cambia tutta la squadra tenendo fermo solo il suo protagonista Nicholas Cage, appassionato di fumetti in prima persona, dedito alla causa e corpo calzante per un film che non può che distanziarsi (vista la materia trattata) dai canoni del cinema di serie A e rimestare nella seconda divisione. Per sguazzare con gusto nella B dunque la Columbia prende l’unica decisione sensata, ovvero coinvolgere nel progetto Mark Neveldine e Brian Taylor (autori di instant classic del cinema svelto e gustoso come Crank, Crank 2 e Gamer), gli unici due nuovi registi a poter vantare un’idea personale e autentica di cinema popolare e di consumo, tecnico e di puro divertimento cinetico..

In apertura, si concede di giocare con le convergenze del caso che tanto piacevano alla Amélie Poulain di Jean Pierre Jeunet, solo per ritardare l’ingresso della sua eroina e creare un senso di aspettativa. Il quale viene soddisfatto fra le piramidi di Giza, dove facciamo conoscenza della bella e sfrontata Louise Bourgoin, intenta a profanare tombe dei faraoni e inseguita da un cattivo che ricorda vagamente Toht, il maggiore nazista de I predatori dell’arca perduta (e che è uno straordinario, seppur fugace e ben camuffato, Mathieu Amalric). Il gusto per riferimenti e citazioni prosegue esponenziale, facendo convergere la Parigi degli sceneggiati francesi degli anni sessanta con gli universi fantastici di Spielberg e James Cameron e mettendo assieme dinosauri resuscitati e prozii dell’ispettore Clouseau, avatar preistorici e cacciatori imbranati da cartoon, in un groviglio più fumettistico del suo fumetto d’origine e che spesso diverte per l’eccesso di idee oltre che per la cura della forma..

Nel 1989, viene il tempo di Massacre, il più atroce e assurdo dei suoi film. Con l’arrivo degli anni Novanta sforna Bambola di carne (1991) e il suo ultimo film Formula 3 I ragazzi dell’autodromo (1993). Poi il silenzio. True Dyer, Gordon H. Edgerton, Thomas Edgington, Melville B. Foote, Albert N.

Be the first to comment

Leave a Reply