Ray Ban A Specchio Uomo

Young che ha sorpreso tutti per il grande successo, e successivamente passa a L’uomo dei sogni di Phil Alden Robinson, con Kevin Costner, pellicole insomma che possono fargli dimostrare al pubblico il suo talento anche per ruoli totalmente al di fuori della criminalità.Gli anni NovantaNegli anni Novanta, a sorpresa, Martin Scorsese lo sceglie come protagonista del suo Quei bravi ragazzi nel ruolo di Henry Hill. Da quel momento alterna ruoli drammatici come quello del poliziotto in Abuso di potere di Jonathan Kaplan con Kurt Russell, a ruoli più romantici come quello del vedovo di Una moglie per papà di Jessie Nelson con Whoopi Goldberg, passando perfino per il war movie con Quando gli elefanti volavano di Simon Wincer.Nel 1997 si sposa con l’attrice e produttrice Michelle Grace, dalla quale divorzierà solo nel 2004, dopo aver avuto la sua unica figlia, Karsen, anche lei attrice. I suoi occhi e il suo nome sono così famosi che la rock band inglese Linoleum gli intitola una canzone “Ray Liotta”.

Nel film, il comico si afferma come fonte di liberazione e creatività, come movimento che conduce a una dimensione infantile, primigenia. Nel campeggio assistiamo all’instaurarsi del rapporto comico, che consta di tre termini: il soggetto che vuole far nascere il riso (Kikujiro), il soggetto che deve ridere, lo spettatore (Masao), l’oggetto di cui si deve ridere (i motociclisti, il poeta). Affinché il rapporto comico funzioni, è necessario che vi sia complicità tra il primo soggetto (Kikujiro) e il secondo (Masao).

Tutti insieme inevitabilmente nella prima parte sostiene la sistematica demolizione del matrimonio come istituzione, per ravvedersi, come da favola e da copione, nell’epilogo con annesso pupo a coronamento ideale dell’esistenza della coppia. Ambiguo nel decidere da che parte stare, politically correct o unpolitically correct, il film ha il suo guizzo nella coppia Vaughn Witherspoon, a casa per le feste e conciata per le feste.Fred Claus (Vince Vaughn) è vissuto sempre all’ombra del fratello Nicholas (Paul Giamatti). Nicholas è cresciuto per essere un esempio di generosità, mentre Fred è diventato l’esatto contrario: espropria macchine a debitori insolventi.

In quello stesso periodo inizia a interessarsi di videomaking e dirige i suoi primi clip musicali (a oggi ne conta più di 60) che in seguito avrebbero contraddistinto la sua crescita professionale. Nel 1993 vince l’MTV Music Award per Heart Shaped Box dei Nirvana (Miglior Video dell’anno), nel 1994 riceve il Dutch Photography Award e nel 1995 guadagna una nomination ai Grammy per Devotional dei Depeche Mode (Miglior Video Musicale). Il suo cortometraggio Some YoYo Stuff, realizzato nel 1993 per la BBC, consegna al mondo un documento unico su Don Van Vliet aka Captain Beefheart, uno dei più grandi e tra i più “irraggiungibili” esponenti del rock, ritiratosi dalle scene musicali nel 1982.

Be the first to comment

Leave a Reply